Domaine Bachelet-Monnot - Cordero Distribuzione

Terminati gli studi di enologia e portati a compimento importanti stage tra Francia e Australia i fratelli Marc e Alex Bachelet prendono le redini del Domaine di famiglia gestito fino ad allora dal padre e dallo zio.

Nel 2005 nasce il Domaine Bachelet-Monnot.

Marc e Alex partono da subito con la loro idea di vino coltivando i circa venti ettari piantati in modo paritario tra chardonnay e pinot nero in modo etico e rispettoso dell’ambiente. Nei vigneti non viene utilizzato alcun diserbante e i filari vengono arati regolarmente per gestire le erbe infestanti, arieggiare il terreno e tagliare le radici orizzontali per favorire una crescita in profondità.

In cantina le uve Chardonnay subiscono una lunga pressatura prima di essere fermentate con lieviti indigeni.

Le uve Pinot Nero vengono per lo più diraspate e solo il 15-30% dei grappoli interi viene conservato per la fermentazione. In passato le uve rosse venivano sottoposte ad una macerazione a freddo ma i due fratelli si resero conto che tale pratica poteva comportare eccessive aggiunte di anidride solforosa.

Oltre alle barrique tradizionali, Alex e Marc utilizzano anche botti più grandi, da 350 litri, per i loro bianchi, per evitare forti sapori di legno nei vini.

I vini maturano per 12 mesi prima di essere travasati in vasche di acciaio o di cemento per altri sei-otto mesi di affinamento sui lieviti prima dell’imbottigliamento.